QUARANTENNALE TERREMOTO 80′, ORDINE INGEGNERI POTENZA CONSEGNA TARGA SIMBOLICA PER RINGRAZIARE TECNICI DELLA RICOSTRUZIONE.


In occasione dei 40 anni dal violento terremoto del 1980 che sconvolse la Basilicata e la vicina Irpinia, lunedì 23 novembre alle ore 13.00 presso la Prefettura, l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Potenza conferirà a Sua Eccellenza Annunziato Vardè e al presidente della Provincia di Potenza nonché sindaco di Albano di Lucania, Rocco Guarino, una targa realizzata per ricordare l’impegno profuso da tutti i tecnici nella ricostruzione.
Pensata come dono a tutti i sindaci della provincia, a causa dell‘emergenza sanitaria che ha impedito un tour sul territorio, sarà consegnata nei prossimi giorni.  
L’atto simbolico in Prefettura, fortemente voluto dall’Ordine, si svolgerà in presenza con il presidente Giuseppe D’Onofrio grazie alla disponibilità degli uffici governativi del capoluogo lucano.
 
La targa è stata prodotta in acciaio cortenporta in rilievo il ringraziamento dell’Ordine, le date dell’evento sismico e del quarantennale, in particolare, unafrase del compianto ingegnere potentino Maurizio Leggeri, tra i maggiori esperti italiani di ingegneria sismica: “La nostra professione diviene una vera missione per cui solo agendo con piena coscienza e spirito di sacrificio si potrà rendere più tranquilla la vita dei nostri figli, dei nostri nipoti e di tutti quelli che verranno dopo di noi”.

“L’emergenza vissuta allora – dichiara il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Potenza, Giuseppe D’Onofrio – ha contribuito alla crescita e valorizzazione della figura degli ingegneri lucani nel nostro territorio, qualificando il suo ruolo a livello nazionale, anche in virtù della nascita dell’Università della Basilicata che ha visto formare generazioni di professionisti specializzati nella progettazione antisismica e nella prevenzione dei rischi.
Il ripristino dei tanti borghi lucani è stato possibile proprio grazie al lavoro instancabile dei tecnici che vi hanno operato. Uno stretto parallelismo viene dalla congiunzione dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, unita agli incentivi del governo in termini di mitigazione del rischio sismico ed efficientamento sulle unità abitative e per il rilancio del comparto edilizio. Questo carica i professionisti di grande responsabilità e li riveste di quel ruolo altrettanto importante per garantire lavori a regola d’arte per la messa in sicurezza del patrimonio immobiliare”.

Il 23 novembre, il presidente D’Onofrio sarà presente anche alla cerimonia promossa alle ore 10.30 dal Comune a Balvano (PZ), luogo simbolo del terremoto 1980.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: