Il Presidente del Consiglio a Potenza per incontrare i sindaci e presentare il Piano di Sviluppo per il Sud

Il Presidente del Consiglio ha illustrato il contratto istituzionale di sviluppo per il Sud ad una platea tecnica fatta di sindaci prevalentemente e rappresentanti delle associazioni di categoria. Ha attraversato una piazza stranamente vuota (foto in basso) salutando praticamente tutti gli sparuti presenti prevalentemente in protesta per la situazione degli alloggi di Bucaletto. Una sorta di patto auspicato tra Governo e territorio, quello annunciato da Conte fatta salva la messa in sicurezza utilizzando svariati miliardi di euro, sulla scorta di una progettualità endogena che abbia poche peculiarità. Lo ha spiegato l’amministratore delegato di Invitalia, dott. Domenco Arcuri, chiarendo che i progetti dovranno essere inviati a sviluppobasilicata@invitalia.it e dovranno significare delle vere e proprie proposte strategiche di sviluppo, sufficientemente cantierabili e addizionali a programmi già in atto. La sorpresa? Nessun limite di spesa perchè pare che ci siano molti fondi…. bisogna solo saperli spendere come forse non è mai stato fatto finora. Inoltra, ciliegina sulla torta, per il premier la Basilicata diventa baricentrica per tutto lo sviluppo del sud e non solo per la presenza di Matera. Unica nota stonata, il livore degli amministratori della sinistra che con una certa coda di paglia hanno letto strumentalità nell’aver annunciato tutto questo prima del 24 marzo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: