Conte a Potenza: “La Basilicata sia baricentro per il rilancio del Sud”

Con circa un’ora di ritardo, sulla tabella di marcia il Premier è arrivato in piazza Prefettura ed è stato accolto dal Prefetto di Potenza, Giovanna Cagliostro, per poi entrare all’interno del Palazzo per incontrare una delegazione delle associazioni del quartiere Bucaletto. Dopo essere uscito dal Palazzo della Prefettura, ha salutato un gruppo di cittadini che lo stava aspettando. Qui, la promessa di aiutare la Basilicata. Alla domanda dei giornalisti sull’autonomia di alcune regioni che potrebbe penalizzare il Sud,Conte ha risposto:“Anche se rinforzeremo l’autonomia di alcune regioni lo faremo in modo ragionevole e razionale per preservare la coesione nazionale”. “Sono garante della coesione nazionale ha poi  aggiunto, e non sottrarremo nulla al Sud, riconosceremo specifiche competenze ad alcune Regioni del Nord che sono in condizione di poter rivendicare queste specifiche competenze. Lo ha detto a Potenza il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte al termine dell’incontro con i sindaci e i rappresentanti delle associazioni di categoria sul Contratto istituzionale di sviluppo per la Basilicata. “In Italia non c’è un problema di fondi: ci sono le risorse finanziarie, ci sono miliardi di fondi strutturali, ma bisogna saperli spendere, e non possiamo finanziare progetti che non hanno un rilievo strategico, oppure che hanno un corto respiro, che si perderebbero dopo qualche tempo”, ha poi detto il premier. “Sono qui per un piano di sviluppo del territorio che non vuole operare distinzioni di colore politico: mi rivolgo a tutti i sindaci, tutti sono invitati a presentare dei progetti con i rappresentanti del tessuto imprenditoriale”, ha poi precisato Giuseppe Conte. “A me , ha aggiunto , non interessa il colore politico e non è un elemento di differenziazione”. I fondi ci sono, bisogna saperli spendere .

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: